Moneglia - Guida Turistica

CERCA ALBERGHI
Alberghi Moneglia
Check-in
Check-out
Altra destinazione


.: DA VEDERE
 A Moneglia sono presenti due antichi castelli, entrambi costruiti dalla Repubblica di Genova. La Torre di Villafranca si erge ad est di Moneglia e la Fortezza di Monleone (anno 1173) su una verde collina ad ovest del borgo. Accanto a quest'ultima fortezza è stato costruito nel 19° secolo un pittoresco castello chiamato Castello di Monleone. Per ricordare l'impresa, su una parete della Chiesa di Santa Croce (X-XI secolo) furono murati alcuni dei grandi anelli della catena che chiudeva il porto di Pisa e che Genova donò alla fedele Moneglia. In questa chiesa, che è la più antica di Moneglia, sono conservate una croce di epoca bizantina e una statua lignea del Maragliano. Il suo sagrato presenta uno dei migliori esempi del tipico mosaico di ciottoli, ineguagliabile per la vastità e la complessità della decorazione.
  Accanto a Santa Croce sorge l'Oratorio dei Disciplinati, del X secolo, affrescato con cicli del XIII-XVIII secolo e oggi utilizzato per ospitare eventi musicali di rilievo internazionale.
Chiesa di San Lorenzo
  Altro luogo di culto importante per Moneglia e degno di una visita è la Chiesa di San Giorgio (fine XIV secolo), affiancata da un chiostro francescano del '400, nella quale sono conservate opere di Giovanni da Pisa, dei Barbagelata, del Guidobono, del Carione e una tela attribuita a Rubens, oltre all'"Adorazione dei Magi" di Luca Cambiaso. Nato proprio a Moneglia nel 1527, Cambiaso dovette la propria fama a grandi dipinti di soggetto mitologico e sacro e venne chiamato in Spagna da Filippo II per affrescare una volta della sua reggia. Morì nel 1587 e oggi le sue opere si trovano, oltre che a Genova, a Milano, a Torino e a Roma. A Moneglia visse anche un noto librettista, che scrisse per Rossini e Bellini: Felice Romani. Per chi ama lo sport, sono consigliati il beach volley e le immersioni subacquee. Per chi preferisce le escursioni nel verde, ci si può dirigere verso Punta Baffe e Punta Manara (direzione Sestri Levante) o verso il Passo del Bracco (verso est e verso l'interno), per visitare anche le frazioni di Lemeglio, Morteo e San Saturnino.